graffiamileguance
butterflyliar:

Vi prego di rebloggare, ragazzi, ho davvero bisogno di ritrovare questa persona..
Ciao Maria, io non so se ti ricordi di me, dal momento che sono passati davvero tanti anni.. Sono la ragazza della camera nº 10, Francesca, e conservo ancora gelosamente il ricordo di noi due che da bambine aspettavamo di guarire, insieme, ritagliando fiorellini di carta dai giornali e appiccicandoli alle grigie finestre che per troppo tempo ci hanno fatto compagnia.  Come stai? Come sta il tuo cuoricino? Hai più rivisto quelle grigie finestre, una volta passato l’intervento? È strano a dirsi, ma ho davvero bisogno di te. Ho provato a cercarti in ogni modo: Facebook, tweeter, registri d’ospedale, ma nulla, un buco nell’acqua dopo l’altro. Durante tutto questo tempo ho provato a passare sopra a quello che mi è successo, a quello che ci è successo, ma non riesco a capacitarmi di nulla, non riesco a dimenticare. I ricordi mi tormentano, mi tormenta qualsiasi cosa che puzzi di medicina e che abbia quel colore giallastro delle pastiglie schiacciate.  Non dormo più, sono continuamente assalita da incubi che, delle volte, non mi permettono addirittura di bere o di mostrare le mie cicatrici con un semplice costume.  Nel bel mezzo di quell’inferno, però, ricordo te, Maria, e quel pensiero mi calma. Mi calma pensare che tu sia qui, che la malattia non l’abbia avuta vinta e che tu mi stia cercando proprio come io sto facendo con te. Ho bisogno di tagliare altri fiorellini di carta e di appiccicarli sopra a quell’angolo remoto del mio passato che solo tu puoi aiutarmi a coprire. Puoi salvarmi, Maria, ed io ne ho davvero bisogno. Possiamo combattere insieme, come abbiamo già fatto, e vincere contro questa vita del cazzo. Voglio riabbracciarti e sentire ancora il tuo profumo, Maria, quel profumo di lavanda misto a salvezza che mi ricorda il tuoi dolci capelli biondi e le manine piccole che combaciavano perfettamente con le mie.
Sperando di ritrovarti: la bimba della stanza10.

butterflyliar:

Vi prego di rebloggare, ragazzi, ho davvero bisogno di ritrovare questa persona..

Ciao Maria, io non so se ti ricordi di me, dal momento che sono passati davvero tanti anni..
Sono la ragazza della camera nº 10, Francesca, e conservo ancora gelosamente il ricordo di noi due che da bambine aspettavamo di guarire, insieme, ritagliando fiorellini di carta dai giornali e appiccicandoli alle grigie finestre che per troppo tempo ci hanno fatto compagnia.
Come stai?
Come sta il tuo cuoricino?
Hai più rivisto quelle grigie finestre, una volta passato l’intervento?
È strano a dirsi, ma ho davvero bisogno di te.
Ho provato a cercarti in ogni modo: Facebook, tweeter, registri d’ospedale, ma nulla, un buco nell’acqua dopo l’altro.
Durante tutto questo tempo ho provato a passare sopra a quello che mi è successo, a quello che ci è successo, ma non riesco a capacitarmi di nulla, non riesco a dimenticare.
I ricordi mi tormentano, mi tormenta qualsiasi cosa che puzzi di medicina e che abbia quel colore giallastro delle pastiglie schiacciate.
Non dormo più, sono continuamente assalita da incubi che, delle volte, non mi permettono addirittura di bere o di mostrare le mie cicatrici con un semplice costume.
Nel bel mezzo di quell’inferno, però, ricordo te, Maria, e quel pensiero mi calma.
Mi calma pensare che tu sia qui, che la malattia non l’abbia avuta vinta e che tu mi stia cercando proprio come io sto facendo con te.
Ho bisogno di tagliare altri fiorellini di carta e di appiccicarli sopra a quell’angolo remoto del mio passato che solo tu puoi aiutarmi a coprire.
Puoi salvarmi, Maria, ed io ne ho davvero bisogno.
Possiamo combattere insieme, come abbiamo già fatto, e vincere contro questa vita del cazzo.
Voglio riabbracciarti e sentire ancora il tuo profumo, Maria, quel profumo di lavanda misto a salvezza che mi ricorda il tuoi dolci capelli biondi e le manine piccole che combaciavano perfettamente con le mie.

Sperando di ritrovarti:
la bimba della stanza10.

2gennaio2014

thebluesuicide:

holividinelcuore:

cielo—stellato:

echeccazzo:

volevosoloessereamata:

iocredoinme:

alicenelpaesedegliorrori:

persadentro:

fredda-come-ghiaccio:

mirendifelice:

angelidemoniaci:

iocredoinme:

restasempreconme:

maroando:

kamisi74:

*

*

Così.

💗

ohw..

E vaffanculo

Fanculo.

amo queste cose

Aww…

Mi è impossibile non rebloggarla

(via
Tumbling
)

Tanto morite anche voi eh

Aww

Dio quanto vorrei qualcuno che mi abbraccia, la notte, quando non riesco a dormire…

pal3--as-fuck
Ho sempre la sensazione di annoiare le persone quando parlo.
Ed è orrendo.

- (via pelle-bianca-come-il-latte)

4.066 persone che si sentono come me. Credevo di essere l’unica.

(via pelle-bianca-come-il-latte)

11.078

(via aspettolamorte)

12493, cavolo.

(via sappiamoamarcisenzafarcivedere)

18470.. parliamone.

(via everyday-a-castaway)

18480.

(via ciaosonoapatia)

Impressionante,21721 di noi,che quando parlano annoiano le persone..

(via laragazzadagliocchichiusi)

22167, e io che pensavo di essere l’unica.

(via stancadiessereinvisibile)

36.024 pensavo fossi solo io

(via occhiglaciali)

39.866.

(via tralemareedeinostrisguardi)

Ah.

(via seilamiadipendenza)

40.864, più unici che rari insomma..

(via deepinmyboness)

lo faccio..

(via transparentlikewater)

..

(via ecodibacimaidati)

43205…
Allora parliamo, annoiamoci insieme ahahaha ♥

conlaltamareaneglisguardi

iwanttosmileinyourarms:

our-staystrong-fan:

laragazzachesiodia:

eeehiale:

comearcobalenodopolatempesta:

leichescrive:

conlaltamareaneglisguardi:

ho fatto un altro audio, spero vi aiuti.
scusate gli errori.
vi abbraccio a tutti.

È stupendo complimenti. Mi sono venuti i brividi.

Chiunque sia questa ragazza, mi ha migliorato la giornata. Mi ha fatto aprire gli occhi finalmente. Grazie.

Devo trovarla vi prego

Sto piangendo.

E si scoppia a piangere.

Non esiste un modo per ringraziare questa ragazza.